Hair loss through cancer treatment may soon be something of the past

29/08/2014

There was exciting news this week when it was reported in channel3000.com that an American professor working at the University of Wisconsin may have stumbled across a way to prevent the hair loss suffered by many who have to endure chemotherapy. Following a study it was found that the everyday pain killer Novocain could lead to an ingredient to prevent these severe side effects of cancer treatment.

The side effects of chemotherapy have been a concern for a long time. Apart from the pain and sickness caused by the treatment itself, the hair loss leaves patients yearning for a feeling of “normalcy” in their lives. Oncology Professor William Fahl has been carrying out tests that could prevent hair loss during cancer treatment.

The drug can be used topically on the scalp

Fahl discovered the drug accidentally. He was in fact testing how effective another drug would be when he found that ”vasoconstrictor” (a drug also found in Novocain – the numbing agents found in dentists surgeries) can restrict blood flow to an area of the skin. When used in Novocain it restricts the anaesthetic to a particular area of the gums. Fahl realised there was a possibility it could be used topically on the scalp.

He explained “The blood vessels lay a few, about a millimetre below the surface.  So by topically applying it, you constrict those blood vessels and in the process, without detail, you essentially diminish the amount of chemotherapy that’s delivered to that thin film of tissue, and that tissue basically holds all of the stem cells for the hair follicle as well as the skin, so you’re protecting them.”

Many tests to do before it reaches the market

There is still a long way to go in bringing this treatment to market. It will need to go through various tests to prove that it is safe. Professor Fahl has stated there is still a need for funding to see the project through the essential stages.

But he feels very enthusiastic about changes for the future in treatment overall for cancer. He said “Our goal is that in 10 years, people go to their oncologist with the clear expectation of having their cancers cured and do so in a manner that’s consistent with their life.”

Micro Pigmentation can be an effective way to deal with the effects of hair loss. To find out more about our services click here[:it]Un professore americano dell’università del Wisconsin si è imbattuto in un modo per poter prevenire la perdita di capelli sofferta da tutti coloro che devono sottoporsi alla chemio terapia. Seguendo degli studi, ha scoperto che la Novocaina, antidolorifico giornaliero, contiene un ingrediente che potrebbe evitare questi gravi effetti collaterali del trattamento contro il cancro.

Gli effetti collaterali di questo trattamento sono sempre stati preoccupanti, non solo per il dolore e la possibile malattia causata spesso dal dopo trattamento, ma anche per la perdita di capelli che lascia i pazienti sfiduciati e bramosi di riavere la normalità nelle loro vite.

Il farmaco può essere utilizzato direttamente sul cuoio capelluto

L’oncologo William Fahl continuando le sue ricerche per trovare una soluzione a questo tipo di perdita dei capelli, si è imbattuto accidentalmente nella cura. Stava testando l’effetto di un altro farmaco quando ha scoperto che il “vasocostrittore” presente nella Novocaina (sostanza utilizzata come anestesia dai dentisti) può limitare l’affluenza del sangue in una determinata zona della pelle. Infatti quando usata dai dentisti, l’anestesia e’ ristretta ad una particolare zona della gengiva. Fahl ha dunque iniziato a studiare a come fare a utilizzarla sullo scalpo.

Il professore ha spiegato che i vasi sanguigni si trovano a circa un millimetro dalla superficie della cute, dunque applicando il farmaco in maniera uniforme i vasi vengono ristretti e la quantità di chemioterapia che raggiunge questi tessuti è minore. I tessuti dunque trattengono un maggior numero di cellule staminali e i bulbi piliferi vengono protetti.

Ci saranno molti test da fare prima che questo metodo raggiunga il mercato

C’è ancora molta strada da fare prima che il trattamento venga portato sul mercato. Ci saranno molti esperimenti da fare per provare che è sicuro e il professor Fahl ha già iniziato ed è molto entusiasta riguardo ai cambiamenti che apporterà questa sua scoperta.

“Il traguardo che vogliamo raggiungere è che in 10 anni, la gente vada dal proprio oncologo con la chiara aspettativa di avere una cura per il cancro che possa coincidere con la propria vita”.

La micro pigmentazione può essere un metodo definitivo per trattare la perdita dei capelli. Per saperne di più clicca qui.

error: Content is protected!!!

Keep Updated!

We'll email you when we have any discounts or promotions available.

SMP Discount